(English) moes


Moes é un bar ristorante situato al di sotto del museo De Appel nel centro di Amsterdam.
Il ristorante é stato disegnato come una sequenza di spazi con diverse atmosfere: un gradiente di suoni, luci e movimenti che va dall’ingresso sulla trafficata Prins Hendrikkade al silenzioso giardino interno. Illuminazione, acustica, materiali e ventilazione sono usati in modo diverso in ogni sezione del ristorante.
A seguito di una mappatura del territorio circostante (harvest map) sono stati trovati diversi materiali di riuso: bobine per il cablaggio stradale, quadri luminosi dell’aereoporto di Schipol, rulli di gomma per la stampa, pannelli per controsoffittatura ad assorbimento acustico di uffici in disuso. Tutti questi materiali sono stati riusati in maniera funzionale per dar forma al ristorante. Le bobine sono state smontate e la carcassa centrale di legno usata per le panche e la volta, mentre i piatti ed i perni di acciaio sono stati trasformati in tavoli. I sottili piatti metallici sono stati rivestiti con un fogli di gomma ancora impressi col negativo di stampa. I quadri luminosi di Schipol sono stati trasformati nel sistema di illuminazione e in una vetrina per la presentazione delle bottiglie di vino. I pannelli per controsoffittatura sono stati usati per abbattere il riverbero sonoro in maniera piú o meno acuta nei vari spazi. In totale 60% dei materiali usati per l’interno di Moes provengono da flussi di materiali di scarto.

con: Superuse Studios (anteriormente conosciuti come: 2012Architecten)



Comments are closed.